Titolo

News

Leggi tutte le ultime novità

 
Volontariato
03/09/2019
Viaggiare con il Terzo settore

Il concetto di turismo sociale nasce negli sessanta del secolo scorso. E’, infatti, nel 1963 che viene costituito il BITS (Bureau International du Tourisme Social), un’associazione internazionale senza scopo di lucro il cui il cui obiettivo primario è quello di promuovere lo sviluppo del turismo sociale a livello internazionale. Un turismo, cioè, accessibile a tutti, dove il diritto alle vacanze (e quindi l’accessibilità al turismo) sia garantito a tutti i gruppi della popolazione, in special modo giovani, famiglie, pensionati, invalidi e persone con scarse risorse economiche.

Un turismo, insomma, rivolto anche alle persone svantaggiate, capace anche di favorire lo sviluppo dell’individuo e dell’umanità.

Campo lavoro giovaniSolitamente quando si parla di turismo sociale si fa riferimento alle cosiddette "vacanze socialmente utili" come ad esempio la partecipazione a campi di lavoro nel settore sociale, ambientale ed archeologico, ad eventi sportivi amatoriali e molto altro ancora.

Una declinazione del turismo sociale è il turismo responsabile, nato negli anni 90 in Italia, che viene definito come quel “turismo attuato secondo principi di giustizia sociale ed economica e nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture”.

Il turismo responsabile pone al centro della sua attività la comunità locale ospitante e il suo diritto ad essere protagonista nello sviluppo turistico sostenibile e socialmente responsabile del proprio territorio. E per questo opera favorendo la positiva interazione tra industria del turismo, comunità locali e viaggiatori.

L’attività di indirizzo (e non solo) verso il turismo responsabile in Italia è svolta dall’ AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile) che indica anche le caratteristiche proprie di un’iniziativa di turismo responsabile. Tra queste: l’informazione e la preparazione del viaggio; il contatto con le comunità locali e l’impegno a minimizzare gli impatti negativi su società, ambiente, ed economie locali.